Teatro SALA UMBERTO, Roma 7 giugno 2013: VERDI loves JAZZ

Non tutti forse sanno che Verdi ha un autentico passato di goloso raffinato: figlio di un oste, il compositore nel quotidiano era un gourmand esigente, tanto che la cucina della sua tenuta di Sant’Agata fu spesso descritta come una “officina d’alta alchimia pantagruelica” in cui la tavola, magnifica e sapiente, assumeva aspetti pittoreschi nella sua grandezza e coinvolgeva, nell’elaborazione dei pasti, non solo lo chef ma gli stessi convitati e domestici dipendenti. 

Domani, 7 giugno, a partire dalle 20,30, presso il Teatro SALA UMBERTO, Via Della Mercede 50 – Roma, avrà luogo VERDI loves JAZZ. Realizzato nell’ambito del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, con il patrocinio di Roma Capitale, Verdi Loves Jazz è un progetto originale che lega musica, cucina e cultura dell’epoca verdiana. Ideata e curata dalla OPENSPACEART di Annapaola Lo Presti, un network finalizzato alla valorizzazione dei fenomeni artistici, in cui l’ospitalità ed il cibo interagiscono in spazi culturali ed eventi creati ad hoc.

La formula, appositamente concepita per coniugare Arte Musica e Cibo, prevede un apericena a base di ricette originali verdiane, seguita da una rivisitazione originale del repertorio del Maestro ad opera di un quintetto jazz di eccezione, capitanato da Cinzia Tedesco.

Cercando di ricostruirne il percorso sensoriale e territoriale, il catering Angelina curato da Annapaola Lo Presti in collaborazione con Fabio Muraour, imbandirà una tavola verdiana a base dei prodotti primi che caratterizzano la sua terra, con i suggerimenti e le accortezze preparate nell’osteria del padre Carlo. Il desiderio verdiano di vivere la musica in modo libero ed emozionante è anche la scelta di un’operazione musicale che, nel corso della serata, vedrà reinterpretare in chiave jazz le più importanti arie operistiche.

Attraverso l’analisi della musica e degli scritti del maestro, Cinzia Tedesco, indiscusso talento del Jazz Italiano, artista poliedrica ed originale, ha infatti immaginato di transcodificare la bellezza dell’originale melodia con gli idiomi moderni ed internazionali del Jazz, sostenuta dagli arrangiamenti del maestro Stefano Sabatini, dal drumming poderoso di Pietro Iodice alla batteria e con Luca Pirozzi al contrabbasso e Giovanna Famulari al violoncello.

Come Verdi stesso scriveva con disincantata ironia alla contessa Clarina Maffei “Io scrivo opere… è la cosa che vorrei fare meno di tutte!!”. E forse la libertà e le sfumature calde e sorprendenti del Jazz avrebbero conquistato il Maestro. Verdi Loves Jazz rappresenta dunque un evento culturale che consente di approfondire in modo inedito la conoscenza dell’artista visto come uomo del suo tempo e che considera, con ragione, il momento conviviale eno-gastronomico quale vera e propria opera d’arte.

Cena a Buffet ore 20.30 Menu a base di: Culatello di zibello, Salame felino, Salame baciato, Parmigiano reggiano, Coppa di Parma, Culaccia, Prosciutto di Parma selezionato, Piccoli cannelloni vegetali all’ortica, Olio extravergine, Pane della Casa…

Concerto ore 21.30 Cinzia Tedesco Voce e Direzione Artistica Stefano Sabatini Pianoforte ed Arrangiamenti Luca Pirozzi Contrabbasso Giovanna Famulari Violoncello Pietro Iodice Batteria

Prezzo: € 25 Infoline:  329 0417190 – 327 4024103