“Cerealia. La Festa dei Cereali. Cerere e il Mediterraneo”, Roma 6-9 giugno 2013

di Tania Turnaturi

Il festival culturale, promosso da M.Th.I., sede di Roma di ArcheoClub, Creare e Comunicare in collaborazione con l’Ambasciata di Grecia in Italia e Città dell’Altra Economia col patrocinio di varie istituzioni, è dedicato ai cereali, come avveniva nell’antica Roma con i riti delle Vestali e dei Ludi di Cerere. L’intento è valorizzare lo scambio interculturale tra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo anche tramite il gemellaggio con un paese diverso ogni anno: dopo l’Egitto e la Turchia delle edizioni precedenti, quest’anno è ospite la Grecia.

Cerealia intende diffondere la conoscenza e la coscienza del valore della terra e delle culture autoctone attraverso un progetto che favorisca la riscoperta della cultura dei territori, ricostruire la catena di valori e legami tra il territorio di produzione e il consumatore facendo riaffiorare gli usi e i costumi antichi fondati sul rispetto della terra e dei suoi frutti, e ispirare un turismo più qualificato che valorizzi scelte ecosostenibili rallentando il degrado del patrimonio culturale, economico e alimentare.

Una delegazione di Creta, isola famosa anche per la cultura enogastronomica plurisecolare e la cucina tradizionale, presenta i suoi artisti e i suoi sapori tipici, mentre il Console onorario di Grecia in Sardegna è ospite d’onore al Museo Archeologico Nazionale “G.A. Sanna” di Sassari.

Cultura, ambiente, territorio, società, economia, alimentazione, turismo sono le tematiche affrontate in tavole rotonde, incontri, performance, degustazioni, visite guidate, mostre, laboratori didattici cui partecipano esperti e studiosi di cultura, comunicazione, economia e alimentazione.

A Roma la manifestazione si articola su Palazzo Valentini, Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Città dell’Altra Economia all’ex Mattatoio, sede ISMA di S. Maria in Aquiro al Colosseo, Parco Regionale dell’Appia Antica. Altre iniziative ad Ariccia, Albano, Tarquinia, Rieti.

A conclusione dell’evento, il 10 giugno presso Doozo Art  viene presentato il libro “CAKE-arte & dolci” a cura di Manuela De Leonardis; si tratta di un progetto editoriale finalizzato al sostegno della cooperativa palestinese Bait al Karama Cookery School, prima scuola internazionale di cucina palestinese Presidio Slow Food, creata dal comitato delle donne di Nablus e da Cristina Bottigella e Beatrice Catanzaro.

In Sardegna, presso il Museo Archeologico di Sassari, si analizza il processo di panificazione nei secoli alla luce dell’aspetto storico e antropologico che “il culto di Cerere” ha trasfuso nella cultura occidentale. Per sottolineare questo aspetto, l’associazione culturale Tabvularasa propone, presso la Panefratteria, il rito sociale della panificazione collettiva, con lievito madre e cottura a legna, cui tutti possono partecipare. Questo pane, simbolo di vita e solidarietà, viene poi donato alla Casa della Fraterna Solidarietà per la distribuzione gratuita.

Visite guidate nei “luoghi del pane” del centro storico, degustazioni e assaggi. Le visite guidate a Roma sono a cura dell’Archeoclub d’Italia sede di Roma.

 

informazioni e prenotazioni su

www.cerealiludi.org

 

 

Tania Turnaturi