Roma, 25 giugno 2013: doppio appuntamento con il festival Suona Francese

Nell’ambito della manifestazione Suona Francese, doppio appuntamento a Roma per martedì 25 giugno 2013: “Ri_percussioni” del Centro Ricerche Musicali e “WATCHA CLAN” di Radio Babel Tour. Si comincia alle 21.00 con il Centro Ricerche Musicali – CRM, in collaborazione con Accademia Filarmonica Romana, Conservatoire à Rayonnement Régional (CRR) di Perpignan. Alle percussioni si esibisce Philippe Spiesser; gli autori sono Daniel Teruggi, Bruno Mantovani, Steve Reich, James Dashow.

L’interprete ha davanti a sé uno strumentario ampio di percussioni: dagli strumenti etnici e della tradizione, alla nuova liuteria contemporanea che ne estende le potenzialità performative. L’interprete interagisce con essi, come fossero un’estensione del corpo, li modula con dispositivi elettronici in modo dinamico e sicuro. La sua sensibilità e la sua abilità tecnica guidano il pubblico in un percorso multidimensionale, denso di suggestioni timbriche e ritmiche, rendendo fluido lo spettacolo e piacevole l’ascolto. Ri_Percussioni si svolge nell’ambito della manifestazione internazionale ArteScienza 2013 che ha come tema l’Impulso, inteso come forza innovativa e stimolo alla creatività e al movimento. (www.crm-music.it  www.artescienza.info).

Intanto nel Piazzale del Verano, sempre alle ore 21.00, inizia la performance WATCHA CLAN del gruppo Radio Babel Tour, in collaborazione con SuperSanto’s Festival (www.ausgang.it), con Sista K – voce, Suprem Clem – programmazione, sampling, computer, tastiere, fisarmonica, Matt Labesse – contrabasso, chitarra, Nassim – sintir, chitarra, voce.

Watcha Clan ha sempre dato prova di avere nelle sue sonorità un eclettismo spirituale, che spinge la sua ispirazione nei movimenti elettronici urbani (drum&bass, hip-hop) nei folklori d’Africa del nord e dei Balcani, il tutto sublimato dalla magica voce di Sista K. Qualunque sia il suono di queste nomadi anime, potete essere certi che Watcha Clan realizza quello a cui aspirano i grandi artisti: mettere in evidenza, attraverso la musica, le similitudini tra le culture invece che le loro differenze.