Scipione torna a Gaeta, dal 27 giugno 2013

La prima mostra interamente dedicata alla produzione artistica del maestro Gaetano Scipione Pulzone (1540 ca. Gaeta – 1598 Roma), ideata da Anna Imponente, si confronta con il territorio di origine del pittore.

Sono stati eccezionalmente ottenuti prestiti dal Metropolitan Museum of Art di New York, dalle Trafalgar Galleries di Londra, dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, dal Museo del Patriarca Real Colegio y Seminario de Corpus Christi de Valencia, dal Musée du Temps di Besançon, dal Museo de la Colegiata di Castrojeriz (Burgos), dalla Galleria degli Uffizi e dal Palazzo Pitti di Firenze, dalle Gallerie del Polo museale romano.

La mostra Scipione Pulzone. Da Gaeta a Roma alle Corti europee, a cura di Alessandra Acconci e Anna Imponente, si avvale del contributo scientifico di Alessandro Zuccari dell’Università La Sapienza di Roma, della Presidenza del Consiglio della Regione Lazio, del Comune di Gaeta, del Museo Diocesano di Gaeta che ospita l’evento e della società di servizi Munus.

La Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici del Lazio si pone l’obiettivo di indirizzare il pubblico verso la scoperta e la migliore valorizzazione della realtà artistica del territorio laziale attraverso alcuni dei più importanti capolavori, presentandoli nell’ambito di un’esposizione monografica pensata come iniziativa dal taglio scientifico e nel contempo divulgativo.

L’esposizione offre l’opportunità di ammirare una quarantina di dipinti, molti dei quali firmati e datati, riuniti e messi a confronto per la prima volta secondo il criterio tematico e cronologico insieme alle opere di incerta attribuzione per una stimolante occasione di vaglio critico.