La “Focara 2015” in diretta mondiale grazie a ClioCom

La Fòcara si accende anche nelle case di coloro che non potranno essere fisicamente presenti a Novoli. Sarà possibile a tutti seguire in tempo reale l’accensione dell’enorme falò (25 metri di altezza e 20 metri di diametro) che a Novoli di Lecce verrà incendiato il prossimo 16 gennaio in occasione delle celebrazioni dedicate a Sant’Antonio Abate,  patrono della città.

Grazie a ClioCom, fornitore qualificato RUPAR SPC e partner tecnologico della Fondazione Fòcara di Novoli, quest’anno sarà ancora più ricca la diretta con cui si potrà seguire l’evento collegandosi al portale: www.fondazionefocara.com.

Dal 14 al 16 gennaio verrà infatti data l’occasione a tutti coloro che non potranno essere di persona a Novoli di Lecce, di vivere i riti religiosi e civili in programma in tempo reale, attraverso un sistema multicamera. La soluzione tecnologica, appositamente personalizzata perla Fòcara di Novoli, prevede la dislocazione in Piazza Tito Schipa di alcune webcam che garantiranno la trasmissione 24 ore su 24, indiretta e in modalità multicanale, di quello che accadrà nel corso della 3 giorni di festeggiamenti.

Tra le novità più attese di questo 2015, LO SPETTACOLO DELL’ACCENSIONE, un vero e proprio evento tra teatro, danza e acrobazie durante il quale la compagnia XARXA TEATRE accenderà la Fòcara.

Lo “Spettacolo dell’accensione” renderà ancora più unica l’interpretazione e la riprogettazione dell’imponente architettura rurale che Jannis Kounellis ha arricchito con una sua installazione densa di significati simbolici.

Intorno alla Fòcara, curiosità per l’area live tutta da gustare con i prodotti tipici locali del Salone dell’enogastronomia “Cupagri”, sostenuto dal Gal Valle della Cupa, e la presenza di Donpasta, autentico “attivista del cibo”, autore del libro ‘Artusi Remix’, e Chef Rubio, celebre per i programmi televisivi “Uniti & Bisunti’ e “I re della Griglia”.

I due food-artist si esibiranno muovendosi tra i fornelli, nel solco della cucina popolare e sabato 17 gennaio alle ore 19, il giorno dopo l’accensione del fuoco, allestiranno una grande grigliata, a ridosso del falò, utilizzando i “tizzoni” della pira ardente per offrire al pubblico piatti tipici della tradizione salentina.