RENDEZ-VOUS COL NUOVO CINEMA FRANCESE

di Antonella D’Ambrosio

Un appuntamento particolare per i cinefili italiani, ma che si ripete da ben sette anni con passione rinnovata. Dal 5 aprile al 7 maggio 2017, la settima edizione del festival dedicato alla scoperta del cinema d’Oltralpe continua a richiamare in sala appassionati dal nord al sud dell’Italia.

I luoghi fortunati sono: Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Palermo, ma con date differenziate, per poter permettere ad attori e registi di seguire le proprie creature in giro per la penisola.

Si comincia con la capitale dal 5 al 9 aprile in più location: Cinema Fiamma, Casa del cinema, Institut français centre Saint Louis, Academia di Francia a Roma Villa Medici e Il Kino; ultima città ad usufruire dell’evento e chiudere in bellezza la manifestazione sarà Milano dal 2 al 7 maggio.

Non mancano nomi di prestigio: Olivier Assayas, Edouard Baer, Lucas Belvaux, Clotilde Courau, Louis Garrel, Mia Hansen-Love, Antonin Peretjatko, Martin Provost, Thomas Kruithof, Diane Kruger, Nicolas Silhol, Claire Simon, Rebecca Zlotowski ad accompagnare l’amato cinema francese in giro per l’Italia.

Infatti ad arricchire il ricco programma delle proiezioni (più di 35 titoli) ci saranno anteprime, focus e incontri speciali con registi, attori e autori.

Un dato interessante del nuovo cinema francese è che il 22% dei lungometraggi usciti in sala, tra il 2011 e il 2015, sono stati realizzati o co-realizzati da donne, contro il 19% di film tedeschi, l’11% di inglesi e spagnoli e solo il 10% – purtroppo – di italiani. In dieci anni il numero delle registe è aumentato del 71% con 567 film prodotti e con una aumenta presenza delle donne anche nei mestieri del cinema.

Come simbolo di un film al femminile proponiamo quello di Rebecca Zlotowski, che, dopo il passaggio al Festival di Venezia, ripropone Planetarium – visibile per tutti nelle sale dal 13 aprile – interpretato dalla interessante coppia Natalie Portman e Lily-Rose Depp (ovviamente la figlia di Johnny), nei panni di due sorelle medium nella Parigi degli anni Trenta.

Antonella D’Ambrosio