“Puoi baciare lo sposo” dal 1° marzo al cinema

di Lucia Centi

Puoi baciare lo sposo, film genere commedia diretto da Alessandro Genovesi racconta la storia di due innamorati: Antonio (Cristiano Caccamo) e Paolo (Salvatore Esposito).

Antonio, dopo un periodo di felice convivenza a Berlino con Paolo, gli chiede di sposarlo, ma bisogna comunicarlo alle rispettive famiglie e prepararsi alle reazioni.

Diana Del Bufalo, Salvatore Esposito, Cristiano Caccamo, Dino Abbrescia – Foto di Loris T. Zambelli

Partono per l’Italia, destinazione Civita di Bagnoregio per incontrare i genitori di Antonio: la madre Anna (Monica Guerritore) e il padre Roberto (Diego Abatantuono), Sindaco progressista che ha fatto dell’integrazione e e dell’accoglienza i punti di forza della sua politica. Al viaggio si uniscono la loro amica Benedetta (Diana Del Bufalo) e Donato (Dino Abbrescia)il nuovo coinquilino.

Diego Abatantuono – Foto di Loris T. Zambelli

La madre accetta subito l’intenzione del figlio, a patto che sia rispettata la tradizione e a condizione che partecipi la futura suocera: dell’organizzazione si dovrà occupare Enzo Miccio, wedding planner per eccellenza, tutto il paese sarà invitato e l’unione dovrà essere celebrata dal marito.

La madre di Paolo ,Vincenza (Rosaria D’Urso) parteciperà al matrimonio? Ma, soprattutto , Roberto sosterrà la scelta di suo figlio?

Il regista Alessandro Genovesi ha utilizzato “l’arte di far sorridere per affrontare gli stereotipi e i pregiudizi che ancora ostacolano la compiuta attuazione delle unioni civili”. Si è avvalso del supporto e della collaborazione di Francesca Vecchioni Presidente dell’associazione Diversity che si occupa di rappresentare responsabilmente le persone Lgbti.

conferenza stampa anteprima proiezione “Puoi baciare lo sposo”

Il film affronta il tema delle unioni civili tra persone dello stesso sesso ma è rivolto a chiunque ed è “importante che rispetti tutti e tutte”, come ha sottolineato Francesca Vecchioni, durante la conferenza stampa dell’anteprima del film.

Con un linguaggio semplice raggiunge soprattutto chi questi problemi non li vive sulla propria pelle ed anche chi ha bisogno di rendersi conto che si può sorridere sulle cose senza essere offensivi.

conferenza stampa anteprima proiezione film Puoi baciare lo sposo

Siamo abituati a vedere commedie mainstream dove i gay vengono rappresentati singolarmente. Puoi baciare lo sposo narra l’amore gay e la lotta per affermarsi; rappresenta con leggerezza e allo stesso tempo con realismo le persone Lgti, mettendosi in gioco con grande senso di responsabilità a costo di critiche.

conferenza stampa anteprima proiezione film Puoi baciare lo sposo

Buona la scelta degli attori: tutti bravi nell’interpretare personaggi che escono fuori dai cliché, facendo divertire non per il ruolo ma per le situazioni che vivono, e che trasmettono al pubblico “come ci si sente nei panni degli altri” (cit. Meryl Streep).

 

Lucia Centi

 

Puoi baciare lo sposo

dal 1° marzo al cinema

Prodotto da Maurizio Totti e Alessandro Usai

Produzione Colorado Film

In collaborazione con Medusa Film

Distribuzione Medusa Film