La 17° edizione di MoliseCinema a Casacalenda (CB) fino all’11 agosto

di Antonella D’Ambrosio

Il successo di MoliseCinema a Casacalenda è accertato, una formula che coniuga cultura, divertimento e aria pura. Il seguìto evento è alla 17° edizione e si svolge in provincia di Campobasso. Sei giorni pieni di film, corti, anteprime, eventi, mostre e spettacoli, il tutto accompagnato da graditi protagonisti del cinema italiano e internazionale.

A una tra le più talentuose e versatili interpreti del nostro cinema è dedicato il libro di quest’anno: Alba Rohrwacher. L’acrobata del cinema italiano. Si tratta del secondo volume di “Pagine di MoliseCinema”, la collana editoriale del Festival pubblicata da Cosmo Iannone Editore. Alba Rohrwacher in persona prenderà parte, sabato 10 agosto, alla presentazione del libro, curato da Federico Pommier Vincelli e Federico Pedroni, e in cui sono contenuti saggi di alcuni dei più attenti critici e studiosi italiani e interviste a registi che hanno lavorato con l’attrice: Pupi Avati, Alice Rohrwacher, Laura Bispuri, Saverio Costanzo, Giorgio Diritti e Costanza Quatriglio.

Durante il Festival sarà inoltre presentata una selezione di alcuni dei film che l’hanno vista protagonista. Il novantaquattrenne fotografo Paolo Di Paolo è l’autore della bella foto del 1966 scelta come manifesto di questa edizione e che ritrae Vittorio De Sica e Raquel Welch. Il Festival ha come Madrina Greta Ferro, modella e attrice molisana primo volto italiano di Giorgio Armani Beauty. Tra gli eventi live lo spettacolo teatrale Moby Dick – La Bestia Dentro con Stefano Sabelli e l’attore Gianmarco Saurino; atteso anche David Riondino per giovedì 8 agosto con uno spettacolo dedicato al cinema intitolato “Triglie, principesse, alpini e altre storie da cinema” e il concerto-racconto di Liana Marino sul cinema di Pino Daniele.

Sono 4 sono le sezioni competitive di MoliseCinema. 7 i titoli di Paesi in lungo, sezione dedicata alle opere prime e seconde e per cui sarà il voto del pubblico a decretare il vincitore. I film saranno tutti accompagnati dai registi o protagonisti. Giovedì 8 agosto, tra le opere in concorso, ci sarà Il Corpo della Sposa – Flesh Out il debutto alla regia di Michela Occhipinti; venerdì 9, L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca. Sempre venerdì 9 Lucania – Terra sangue e magia di Gigi Roccati, interpretato da Angela Fontana e sabato 10 agosto sarà la volta di Croce e Delizia di Simone Godano. Altro film in concorso In viaggio con Adele l’opera prima di Alessandro Capitani. Fuori concorso sempre domenica 11 sarà proiettato Momenti di trascurabile felicità di Daniele Luchetti con protagonista Pif e nel cast Roberta Caronia, nella giuria di Paesi in corto.

6 i titoli di Frontiere, il concorso per documentari italiani, che vedrà tutti i film accompagnati da registi, produttori o protagonisti. In giuria la montatrice Letizia Caudullo, il giornalista e documentarista Ernesto Pagano e il regista e sceneggiatore Roland Sejko. Tra i titoli Butterfly di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman il doc. su Irma Testa la prima donna pugile ad arrivare alle Olimpiadi a soli 18 anni (7 agosto).; La scomparsa di mia madre il doc. di Beniamino Barrese, unico film italiano al Sundance Film Festival, sulla madre Benedetta Barzini, la prima top model e grande icona italiana degli anni ’60, che sarà presente a MoliseCinema (7 agosto); Questo è mio fratello, di Marco Leopardi sul fratello Massimo che si è ripreso in video fin da piccolo a testimoniare la propria battaglia contro la depressione (8 agosto).

Giorno di scuola di Mauro Santini, che racconta una giornata nella scuola di Pieve Torina ricostruita dopo il terremoto del 2016 (10 agosto). Normal di Adele Tulli, un ‘Comizi d’amore’ di oggi aggiornato a un paese che è cambiato ben più di quanto i media raccontino (10 agosto), e The Lone Girl di Marco Amenta. incentrato sull’ultima cowboy italiana (11 agosto). 3 i titoli fuori concorso. Selfie di Agostino Ferrente (10 agosto); Where are you? Dimmi dove sei di Jesùs Garcès Lambert (10 agosto) e Alla salute di Brunella Filì (già presentato il 6 agosto).

24 i titoli di Paesi in corto, il Concorso internazionale cortometraggi, tra cui molte anteprime italiane e internazionali. In giuria l’attrice Roberta Caronia, il direttore generale del Montenegro Film Centre Sehad Cekic, il fondatore e direttore del Tirana International Film Festival Agron Domi e il regista irlandese Conor Morrissey. 18 i titoli di Percorsi, il Concorso nazionale cortometraggi dedicato a opere di nazionalità italiana. In giuria l’attrice Chiara Cavalieri, l’autore e regista Lorenzo Conte e il regista Gregorio Franchetti.

MoliseCinema in collaborazione con il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia presenterà la mostra “Baci nel cinema“, realizzata con foto tratte dall’archivio della Cineteca nazionale. Baci celebri e meno celebri tratti da film che hanno fatto la storia del cinema italiano. Al Festival ci sarà anche un omaggio a Sergio Leone con la proiezione di alcuni suoi film e l’inedito documentario in anteprima a MoliseCinema C’era una volta Sergio Leone a Castelpetroso di Mario Notte che racconta le vacanze molisane del grande regista con alcuni gustosi aneddoti. Il 13 e il 14 agosto l’omaggio a Leone si sposterà proprio a Castelpetroso, in collaborazione con la Pro Loco.

Torna l’appuntamento del Festival con il cinema dei Balcani, con un doppio Focus su Albania e Montenegro. Grazie al progetto europeo “Circe”, guidato da Apulia Film Commission, e alla collaborazione del Centro Nazionale di Cinematografia Albanese e del Centro di Cinema del Montenegro e della Regione Molise, MoliseCinema presenta al suo pubblico una breve selezione di film realizzati in Albania e Montenegro. Tra i titoli per l’Albania La Delegazione (Delegacioni) di Bujar Alimani, Atila di Benart Laze, Breath di Artur Gorishti, On The Road (Rruges) di Irdit Kaso, per il Montenegro You Have The Night (Ti Imaš Noć) di Ivan Salatić, A Head Full Of Joy di Branislav Milatović, Soa di Dušan Kasalica, The Road di Senad Šahmanović, e infine il doc. molisano tra Italia e Balcani Adriatico. Il mare che unisce, scritto e diretto da Cristiana Lucia Grilli.

Verrà anche lanciata una Rete dei Festival dell’Adriatico tra Molise, Puglia, Albania e Montenegro. Grazie alla partnership con altri festival saranno proiettati Alla salute (Festival dei diritti umani di Orvieto, in doc. special), Facce di Paolo Pisanelli (Festa di Cinema del Reale) e alcune webseries del Roma Web Fest. Anche quest’anno la sezione “Girare il Molise” presenterà una selezione di corti girati nella regione.

Per la Terrazza dei libri invece saranno presentati Il risolutore di Pier Paolo Giannubilo, (8 agosto); Il secondo occhio di Ulisse di Sante Matteo (9 agosto); Consigli per essere un bravo immigrato di Elvira Mujcic (11 agosto). Spazio anche ai workshop. “Raccontare una comunità” sarà una serie di 3 masterclass sul racconto cinematografico dedicate a sceneggiatura (Renato Chiocca), regia (Conor Morissey) e montaggio (Luca Manes).
Dal 12 al 22 agosto si svolgerà poi la sezione itinerante MoliseCinema Tour, che quest’anno tocca i comuni di: Larino (12 agosto), Castelpetroso (13 e 14 agosto), Busso (16 agosto), Venafro (18 agosto), Campomarino (21 e 22 agosto).

Il Festival, diretto da Federico Pommier Vincelli, rientra nel Calendario “Turismo e Cultura 2019” della Regione Molise ed è organizzato dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo della Direzione Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Collaborano i Comuni di Busso, Campomarino, Larino e Venafro. Tra i partner La Molisana, Biosapori, Di Fonzo, Cooperativa Koine, Cooeperativa Nardacchione.

Il Presidente della Regione Molise Donato Toma, in conferenza stampa, ha voluto sottolineare come vicino a Casacalenda ci sia una importante Riserva della Lipu, per affermare che il Molise può offrire a chi lo visita molteplici spunti, come del resto sicuramente li ha offerti al grande Sergio Leone nei suoi soggiorni a Castelpetroso, contributo alla fucina di idee che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

Antonella D’Ambrosio